Condividi questa news su:

sergio_bottari_profilo_APCiao Alumni!
Sono Sergio Bottari, sono Laureato nel 2011 in Ing. informatica al Politecnico di Milano, oggi vi voglio raccontare la mia avventura chiamata advisato.it: un portale online che si propone come “guida allo shopping online” di qualsiasi categoria merceologica, dai viaggi all’abbigliamento. In un’unica piattaforma, raccogliamo solo i migliori e-commerce e veicoliamo i loro codici sconto ottenendo una commissione sul venduto.

Dopo la laurea, lavoravo già per conto mio come web developer freelance e avevo già in mente di fondare una mia società e così è stato. Sono stato assunto da una startup come sviluppatore esattamente il giorno dopo la mia laurea. Sono rimasto con loro per 6 mesi, poi ho ottenuto un piccolo finanziamento per sviluppare la mia prima società (un marketplace dedicato alla vendita di abbigliamento e accessori di lusso made in Italy). Ho poi iniziato a sviluppare advisato.it, con un altro finanziamento da privati.

Startup: la parola d’ordine è multitasking e “sporcarsi le mani”.
In una startup, soprattutto all’inizio, tutti fanno un po’ tutto. Una volta gettate le basi, ognuno di noi si è dedicato a ciò per cui ha studiato. Io seguo tutta la parte tecnologica dall’inizio alla fine, incluso sviluppo frontend (css, javascript) e setup dei server.
Silvia Rezzonico è la nostra responsabile marketing, mentre Luca Tuscano è il nostro CEO.

“Com’è arrivata l’intuizione di advisato.it?
Questione di analisi del mercato, pianificazione e… networking!”

Abbiamo riflettuto a lungo con Luca e Silvia, cercando un mercato aggredibile e in crescita in Italia. Il mercato dei codici sconto era già affollato ma con le nostre esperienze precedenti e con i contatti sviluppati nel mondo dell’e-commerce abbiamo avuto un po’ più le porte aperte nel trovare alcuni accordi. I primi discorsi su advisato risalgono all’inizio 2014, quando io, Luca e Silvia lavoravamo nello stesso ufficio ma in aziende diverse.

Il solito sito di coupon di sconto? Niente affatto!
Advisato è uno dei pochissimi player interamente italiani del mercato. Il nostro fattore distintivo è l’agilità e la rapidità nel chiudere operazioni promozionali “speciali” o stagionali e nel creare accordi per portali white label, come ad esempio il nostro sconti.tiscali.it.
Un portale white label è un sito, gestito da advisato ma personalizzato nel look & feel per clienti specifici, contenente offerte esclusive per differenti segmenti di pubblico.

Grazie ai numerosi accordi stipulati con alcuni dei domini più importanti nel panorama italiano. Abbiamo inoltre diversi accordi con grosse aziende italiane, con le quali sviluppiamo portali in white label dedicati ai dipendenti. Tra queste cito Wind, Gruppo Mediolanum, l’Esercito Italiano.

In cantiere ci sono diversi sviluppi mai provati prima d’ora in nessun mercato a livello mondiale.

IMG_0753

Burocrazia e difficoltà di reperire finanziamenti: Italia quanto sei indietro! In Italia è molto complicato ottenere finanziamenti partendo da un’idea o addirittura un prototipo funzionante (come nel nostro caso). La situazione è molto diversa da quella di altri Paesi come gli Stati Uniti o la Germania. La burocrazia italiana, inoltre, è oltremodo complicata e dispendiosa per una startup. Non ci sono particolari incentivi, né fiscali né a livello di costituzione della società.

Come le abbiamo superate? Abbiamo costituito la società investendo del denaro personale. Fortunatamente abbiamo ottenuto un finanziamento subito dopo e siamo riusciti a trovare un ufficio per partire rapidamente.

Quando abbiamo raggiunto i primi 1000€ incassati, dopo solo qualche mese, ci siamo detti “Dai che ce la possiamo fare!”. Da lì in poi siamo andati sempre crescendo, ma la strada è ancora molto lunga!

“Per il prossimo anno, vogliamo senz’altro imporci come leader sul mercato italiano e iniziare a mettere il piede in diversi mercati europei, Spagna in primis. Una sfida importante è quella di riuscire a gestire più persone (siamo in 6 in questo momento, compresi i 3 founder) senza perdere l’agilità che ci contraddistingue.”

Alumni, volete darmi una mano?
Siamo attualmente alla ricerca di uno sviluppatore full stack che possa affiancarmi anche in vista dei prossimi sbarchi sui mercati europei.

Cosa mi ha insegnato il Politecnico che vi è servito maggiormente?
Più che conoscenze pratiche (usa x per fare y) il Politecnico aiuta più che altro a ragionare. Nessuno dei linguaggi di programmazione che utilizzo, ad esempio, è stato mai studiato nel concreto durante il mio corso di laurea, ma grazie a un’infarinatura su diversi argomenti sono stato in grado di capire e analizzare al meglio ogni situazione e ogni linguaggio.

pulsante_contatta_alumnus_def

riga

SCOPRI TUTTE LE ALTRE STORIE RACCONTATE DAI LAUREATI POLIMI